ACCOLTI PER IMPARARE AD ACCOGLIERE

Più di quaranta persone, con ruoli diversi, provenienti da diverse sedi, Bibbiano, Bologna, Imola, Livorno e Parma, accomunate dalla voglia di crescere insieme, dalla voglia di fare gruppo per una formazione di qualità, hanno smesso il ruolo di formatori per vestire quello degli allievi. Apprendere per trasmettere, esperire per capire, giocare i ruoli per affinare l'empatia. Si è trattato di un’occasione per lavorare su se stessi come formatori, ma non solo, rivestendosi del ruolo di discenti. Un modo per rivivere l’entusiasmo e la preoccupazione sottostante al vissuto degli allievi, lo spaesamento del primo giorno, le paure derivanti dal dover interagire in micro e macro gruppi, la sete di conoscere e tutte quelle emozioni contrastanti che accompagnano il vissuto degli allievi quando entrano in una nuova scuola, conoscono un nuovo compagno, vanno in gita, incontrano nuovi stili didattico-educativi o si preparano all’esame finale.Tre giorni di formazione, per una formazione permanente orientata allo sviluppo di maggiore empatia verso gli allievi. Ad oggi, infatti, saranno accolti con l’obiettivo di strutturare e rimodellare quotidianamente una vera e propria “accoglienza permanente”.Un roleplay , seppur stancante, che ha rinvigorito la voglia di far bene, la motivazione e la sinergia di squadra che ritma il lavoro nella formazione professionale, lavoro sempre e comunque orientato verso il futuro, verso gli allievi.Rincasare il terzo giorno con gli occhi pieni di bellezza, la mente arricchita di nuovo sapere ed il cuore pieno di entusiasmo...caro anno scolastico 2017/18, il CIOFS è pronto a partire!

 

 

 

Articoli correlati